Biscotti Bicolore, detti "Birichini"

I miei biscotti bicolore, detti (da me) “Birichini“, sono dolcetti nati dal caso! Il nome, scelto nello stesso modo è stato pensato per la forma allungata che hanno e per la fantasia. Sono gustosi e semplici da realizzare.

A voi la ricetta!

I Birichini, Biscotti Bicolore – Ingredienti

  • 140 gr di zucchero
  • 1 uovo intero più un tuorlo
  • 200 gr di burro
  • 400 gr di farina 00
  • 40 gr di fecola di patate ( o Maizena)
  • 50 gr di cacao amaro
  • essenza alla vaniglia

NB: le dosi sono per una quarantina di biscotti circa; Se il burro non vi piace, potete modificare con l’olio di semi o d’oliva in circa 150 ml. (o meno dipende dalla raffinatezza della farina utilizzata).

Procedimento 1

Tagliamo il burro a dadini e facciamo ammorbidire a temperatura ambiente. In seguito Setacciamo due volte la farina, mettiamola in una ciotola, (o a fontana sul piano da lavoro) e creiamo l’incavo nel quale metteremo il burro ammorbidito e lo zucchero.

Se lo zucchero vi sembra troppo (o troppo poco) potete variarlo a piacimento, ma tenete presente che il cacao amaro necessita di una buona consistenza per non risultare secco e sgradevole.

Adesso, con la punta delle dita lavoriamo il burro, energicamente e otteniamo un composto sabbioso; a seguito mettiamo prima il tuorlo, ed amalgamiamo. Poi l’uovo intero e, sempre massaggiando l’impasto, facciamo assorbire completamente.

Se la farina che usiamo assorbe poco e l’impasto vi sembra “appiccicoso”, aggiungiamone un po’, ma teniamo presente che per la riuscita deve essere comunque morbida.

Adesso pesiamo l’impasto e lo dividiamo in due parti uguali. Alla prima, chiara, aggiungiamo la fecola e l’estratto di vaniglia. Impastiamo fino ad assorbimento; all’altro impasto, scuro, amalgamiamo il cacao massaggiando finché non è completamente scuro e senza segni (in modo che abbia completamente assorbito il cacao).

Andiamo a creare due palle di impasto, e le avvolgiamo nella pellicola per alimenti. Facciamo riposare in frigo per un’abbondante ora. Anche se, in linea teorica consiglio una nottata).

Procedimento 2

Riprendiamo la pasta frolla e qui diamo sfogo alla fantasia. In questo caso io ho steso, come si vede spesso fare, i due impasti l’uno sull’altro in modo da creare una sorta di “girella”. Tuttavia, per variare un po’, ho dato una forma allungata.

La frolla è adattissima a qualunque fantasia o semplicemente all’uso classico di stampi da biscotto. Adesso, metteremo della carta da forno su una teglia o direttamente nella leccarda e vi adagiamo i biscotti.

Cuociamo in forno preriscaldato a 180° – ma considerate la cottura del vostro forno – per (mediamente) 15-20 minuti. L’importante è ottenere una buona doratura. Fate raffreddare. Gustate.

 

Credits@Stefania.DFA
Turismo Aiasc: Bando per riqualificazione e progettazione nuove aree Previous post Turismo Aiasc: Bando per riqualificazione e progettazione nuove aree
Danni alle foreste: al via le domande per area cratere e nevoso Next post Danni alle foreste: al via le domande per area cratere e nevoso
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: