Ciambella Bicolore, un classico intramontabile!

Ciambella Bicolore, un classico intramontabile!

Oramai sperimentata in ogni parte del mondo, la ciambella bicolore non manca quasi mai tra i dolci più tradizionali fatti in casa. Le varie elaborazioni fanno posto alla fantasia più sfrenata. Cacao, cioccolato, noci, uvetta, mandorle e così via, lasciano posto ad un mix di tentazioni a cui è difficile resistere.

Torte, biscotti o dolci al cucchiaio sono solo la base di nomi altisonanti in merito all’esclusiva bontà che richiama al palato la buona pasticceria casalinga. Infatti, il richiamo più irresistibile sono i dolci fatti in casa, che danno soddisfazioni e fierezza a donne e uomini in tutto il mondo.

credits@Stefania.DFA

 

Ogni idea è frutto di esperimenti o rielaborazioni e, spesso, portano a degustare prodotti di grande successo, che talvolta entrano a far parte dei grandi volumi dedicati al mondo dei più golosi.

Oggi i pasticceri con sapienza e tanta passione creano davvero sapori incredibili. Consistenze divine che si sciolgono in bocca, lasciando spazio alla sublimazione del palato.

Dalle basi più classiche e tradizionali alle evoluzioni di tecnica e gusto. Oggi il piacere di assaporare la buona produzione dolciaria accresce l’inventiva degli chef più casalinghi che si cimentano nelle composizioni e nelle creazioni più gustose. Dunque, senza ulteriori chiacchiere, vi presento la mia versione della ciambella marmorizzata.

Ciambella bicolore: Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate (o Maizena)
  • 180 g di zucchero
  • 3 uova + un tuorlo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto alla vaniglia
  • 120 ml di latte
  • 100 g di burro (in alternativa 80 g di olio di semi)
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 30ml di amaretto

Ciambella Procedimento

Per prima cosa setacciamo insieme per ben due volte farina e lievito e teniamo da parte. Poi a bagnomaria, facciamo delicatamente sciogliere il burro e poi lo facciamo intiepidire.

Imburriamo e infariniamo lo stampo*.  Teniamo da parte. Facciamo sobbollire il latte. Lasciamo intiepidire.

Accendiamo il forno. Va preriscaldato a 180°. **

Uniamo latte e burro e li mescoliamo bene. Iniziamo a montare le uova, aggiungendo lo zucchero gradatamente.

Le uova vanno montate almeno per 10 minuti. L’impasto deve gonfiarsi bene e risultare chiaro e cremoso. Aggiungiamo a filo, ponendo pausa tra una versata e l’altra, il latte-burro. Facciamo fino a esaurimento. (Le fruste elettriche vanno messe alla massima velocità quando montiamo le uova con lo zucchero. A media velocità quando aggiungiamo a filo il latte).

Gradatamente adesso, aggiungiamo a bassa velocità la farina. Otterremo alla fine un impasto liscio e cremoso.

Dividiamo ora il composto in due parti uguali. Nell’impasto chiaro versiamo la fecola. Amalgamiamo bene e infine il cucchiaino di vaniglia.

Nell’impasto scuro versiamo delicatamente il cacao. Tutto a bassa velocità. E l’amaretto come tocco finale.

La bassa velocità serve a non far grumi e soprattutto di evitare fuoriuscite di polveri.

Riprendiamo lo stampo e versiamo prima l’impasto chiaro. Poi versiamo l’impasto scuro.

Per dare il tocco marmorizzato o comunque più fantasioso con i rebbi di una forchetta solleviamo a fantasia dal basso verso l’alto l’impasto. Combinando un movimento circolare il tutto avrà un effetto bellissimo.

Dunque, poniamo in forno lo stampo e lasciamo cuocere 30-40 minuti (fate attenzione alle caratteristiche del vostro forno). **

Poi, trascorso il tempo, verificate con uno stecchino la cottura. Fate raffreddare bene. Infine, togliete dallo stampo e spolverizzate con zucchero a velo.

By Stefania Stella.


*Per quanto ovvio si può usare l’olio e la farina, oppure lo spray apposito o la carta forno.

**Fate attenzione sempre al tipo di forno che avete a disposizione. La temperatura va anche regolata. Se necessario abbassate la temperatura a 170° per evitare che il dolce si bruci.

Leggi anche la ricetta della Piccola ciambella ricotta, cocco e cioccolato.

CREDITS@sTEFANIA.DFA

 

Turismo e Agroalimentare: Abruzzo terra di eccellenze Previous post Turismo e Agroalimentare: Abruzzo terra di eccellenze
Pescara Wine Festival 2021 Next post Pescara Wine Festival 2021
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: