Cosa fare questo weekend?

Cosa fare questo weekend? Gusto e Natura

Cosa fare e come organizzarsi in questo weekend del 13 e 14 Agosto? Ecco alcuni eventi suggeriti da Abruzzo Zoom, fonte Abruzzo Turismo.

Cosa fare questo weekend
Cosa fare questo weekend

Cosa fare questo weekend? Iniziamo subito con la XVIII “Sagra della Polta” a Pacentro (Aq)

Sabato 13 agosto, alle ore 20:00, torna l’appuntamento attesto con un piatto tipico della cucina povera contandina del borgo di Pacentro, uno dei Borghi più Belli d’Italiaalle pendici delle montagne del Morrone, arroccato a guardia della Valle Peligna, porta naturale e cuore del Parco nazionale della Maiella. E’ una delle località più interessanti dell’Abruzzo con un tessuto urbano estremamente suggestivo e ricco di testimonianze medioevali e rinascimentali. Il momento migliore per arrivare a Pacentro è al tramonto, quando le luci del borgo iniziano ad accendersi e fanno a gara con le ultime luci del cielo, creando un’atmosfera incantata e senza tempo.

La “Sagra della Polta” è una manifestazione gastronomica dedicata alla tradizione gastronomica locale, con prodotti tipici che accompagneranno il piatto unico protagonista della serata e allietata da intrattenimento musicale.
“La Polta” è un piatto unico a base di fagioli, patate, e cavoli lessati separatamente, sminuzzati e ripassati in padella con olio, aglio e, nella versione piccante, peperoncino.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

ASSOCIAZIONE PRO LOCO di Pacentro
mobile » +39 349 31 50 500
e-mail » prolocopacentro@hotmail.it
facebook » @prolocopacentro
instagram » @prolocopacentro

Segue, Escursione per famiglie a Valle Gentile – Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio (Aq)

Cosa fare questo weekend?
Cosa fare questo weekend

Esplorando la Valle Gentile con i suoi maestosi faggi che la governano, una valle silenziosa ma che nasconde tanta vita fino ad arrivare alla piana delle Tagliole per godere del panorama nella Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio, oltre che le cime della dorsale del Monte Rotella nel territorio del Parco Nazionale della Maiella. Escursione adatta a tutti, anche ai più piccoli

Luogo ed orario di incontro: ore 9:30, Piazza San Rocco, Rocca Pia AQ

Difficoltà: FACILE
Tipologia: E (Escursionistico). Bimbi dai 6 anni in su. Adatta a tutte le persone in buono stato di salute.
Dislivello: +150 m
Durata: 4:00 ore circa (escluso le soste)
Lunghezza: circa 3,5 km A/R

Attrezzatura OBBLIGATORIA: Zaino, scarpe da trekking, abbigliamento a strati (giacca impermeabile, felpa o secondo strato e t-shirt traspirante), cappello, cibo di conforto (frutta, frutta secca, barrette energetiche, snack, ecc) ed acqua (almeno 1 litro a persona).

Attrezzatura CONSIGLIATA: Bastoncini da trekking, t-shirt/maglia e calzini di ricambio, occhiali da sole, crema solare, macchina fotografica, binocolo.

***

COSTO
Adulti: €15,00
Ragazzi al di sotto dei 14 anni: €10,00

I nostri amici a 4 zampe sono ammessi all’escursione, purché siano rispettosi del gruppo e che siano tenuti al guinzaglio: questo serve per tutelare gli animali selvatici della Riserva.
_______________

 PER INFO E PRENOTAZIONI:
E-Mail: Valleluna Soc. Coop. escursioni@valleluna.it
Telefono o Whatsapp alle Guide:
Stefania, 3894242788
Julien, 3404906485

❗ ISCRIZIONE OBBLIGATORIA PREFERIBILMENTE ENTRO LE ORE 18:00 DEL 13 AGOSTO . IN CASO DI NECESSITA’ O MALTEMPO, LA GUIDA SI RISERVA DI ANNULLARE O MODIFICARE L’EVENTO. IN ASSENZA DI NEVE IL PERCORSO RESTA INVARIATO.
_______________

Escursioni condotte da Guide Ambientali Escursionistiche iscritte al Registro Nazionale AIGAE – Coordinamento Abruzzo.
Le escursioni potrebbero subire variazioni in base alle regole COVID-19 vigenti.

Pagina fb Riserva Monte Genzana

Per i buongustai abbiamo la Sagra della Ventricina a Guilmi (Ch)

Cosa fare questo weekend
Cosa fare questo weekend

La Sagra della Ventricina del Vastese torna ad animare il piccolo paesino di Guilmi, immerso nella natura in prossimità della Valle del fiume Sinello. Noto principalmente per la produzione di salumi insaccati e per la gustosa ventricina. Le sue origini sono molto antiche e risalgono all’XI sec., quando il paese era sotto il dominio del Monastero di S. Stefano da Trasmondo. Il borgo è di chiara impronta medievale e si caratterizza per vicoli, scalinate e muraglioni, sovrastati dalla Chiesa Madre adiacente all’antico Palazzo nobiliare dei Lizzi.

La Ventricina del Vastese, Presidio Slow Food,  ha sapore soavemente piccante e aroma fragrante e caratteristico derivante dalla speziatura e dalla stagionatura. A volte si avvertono note agrumate che derivano dall’abitudine di lavare le vesciche per l’insacco in acqua insaporita da arance o limoni. Viene prodotta nella provincia di Chieti, nelle zone collinari e pedemontane del medio e alto vastese fra i fiumi Trigno e Osento. Si consuma dopo sette, otto mesi. Si mangia cruda affettata a coltello, ma viene utilizzata anche per il ragù.

 ***

Si ottiene dalla lavorazione di carni fresche e scelte di suino provenienti da razze autoctone o di suino pesante, con presenza equilibrata di grasso nelle carni. E’ ottenuta dalle parti più nobili del maiale alle quali si aggiunge un trito al mortaio di peperoni secchi, sia dolci che piccanti, finocchietto selvatico e talvolta pepe. L’unico conservante ammesso è il sale. Per l’insaccatura viene utilizzata la vescica oppure la cosiddetta “muletta” o budello cieco.  La ventricina del Vastese è il salame italiano che ha vinto più campionati nazionali del salame. Un tempo, si usavano i maiali neri o rossi, oggi si acquistano le razze bianche più comuni e ogni famiglia le tagliava solo nei momenti importanti come  la mietitura e la vendemmia.

Secondo il disciplinare proposto dal Consorzio di tutela e dall’Accademia della Ventricina, registrato unitamente al marchio collettivo comunitario dalla Camera di Commercio di Chieti, i suini per la “ventricina del vastese” devono provenire dalla zona di produzione o da zone strettamente limitrofeper gli animali di età inferiore a 50 giorni. La loro alimentazione è rigidamente controllata e prevede un apporto equilibrato di mais, favino, orzo, frumento, avena e cereali minori, non geneticamente modificati.

53^ Sagra del prosciutto abruzzese e Festival del du’bbotte – Basciano TE

Cosa fare questo weekend
Cosa fare questo weekend

Il festival del du’bbotte con contestuale Sagra del prosciutto abruzzese si svolge in Agosto a Basciano (TE).

Il borgo offre uno dei più suggestivi “balconi” sulla catena del Gran Sasso e sulla vallata del Vomano. L’ampiezza e la bellezza del panorama  spazia dal Monte Camicia al Prena, dal Brancastello a Pizzo Intermesoli, dal Monte Corvo al Gorzano e fino al Pizzo di Moscio ed ai Monti Gemelli. Come quasi tutti gli abitati posti sulla sommità di colline, nel Medioevo, Basciano era un borgo fortificato, come attestano i resti delle mura e del castello.

Questo appuntamento è un’occasione per divertirsi gustando un prodotto d’eccellenza, allietati dagli allegri cori itineranti che accompagnano la musica dei “ddu bbotte”, strumento tradizionale abruzzese.

***

L’organetto diatonico, in dialetto “ddu’ botte” è il simbolo della musica folkloristica abruzzese, protagonista immancabile delle “partenze”, ovvero le serenate alla sposa la sera prima del matrimonio, delle sagre, di feste private e manifestazioni, accompagnato da cori e stornelli della tradizione. Permangono ancora in molti luoghi d’Abruzzo i laboratori artigiani di produzione di questo strumento esportati in tutto il mondo.

Il Prosciutto crudo di Basciano, ricavato dalla coscia di suino maturo, viene preparato secondo le regole della migliore tradizione. È stagionato accuratamente in condizioni ambientali favorevoli ed asciugato dall’aria del Gran Sasso. La sua carne, scelta con cura fra quelle dei migliori suini, è di colore rosso vivo, leggermente salato e gustoso. Va consumato al naturale ed in fette sottili.

I prosciutti utilizzati sono tutti locali, prodotti, stagionati e marchiati dai salumieri del posto, accompagnati da melone e altri prodotti locali. Ma quello che è il vero “marchio” della sagra senza dubbio è la cortesia e l’impeccabile organizzazione, che fanno di questo appuntamento un’occasione per divertirsi gustando un prodotto d’eccellenza, servito ai tavoli in stand coperti.Le serate saranno allietate da gruppi musicali. Parcheggio e bus navetta gratuito.

Sagra del Porcino e del Cinghiale – Rocche di Civitella del Tronto (Te)
Cosa fare questo weekend

Dall’8 al 13 agosto 2022 in piazza E. Berlinguer a Rocche di Civitella del Tronto, la tredicesima Sagra del Porcino e del cinghiale, organizzata dall’associazione Le quattro Rocche con il patrocinio del comune di Civitella del Tronto (TE). Tanta musica, spettacoli e nuovi piatti da assaggiare.

Piatti della tradizione come le tagliatelle ai funghi porcini, insaccati di cinghiale, crostini ai funghi, zuppe con porcini, pasta fatta in casa al ragù di cinghiale, gnocchi, pasta alla chitarra e tante altre specialità locali.

Pagina fb

Atri a Tavola 2022: Abruzzo Food Festival – Atri (Te)
Cosa fare questo weekend
Cosa fare questo weekend

Atri a Tavola, un esclusivo e imprescindibile appuntamento per tutti i cultori della buona tavola perchè ad Atri il “buon cibo” diventa Cultura, Arte, Natura e Spettacolo. Ogni sera Show Cooking, degustazioni gratuite, piatti tipici nei caratteristici ristorante del centro storico e il mercatino delle tipicità locali con la possibilità di provare ed acquistare i prodotti tipici nel centro storico di ATRI (Te), venerdì 12 e sabato 13 AGOSTO 2022dalle ore 19.

Atri a Tavola è uno dei più prestigiosi appuntamenti estivi della regione Abruzzo, i profumi, i sapori, le forme e il gusto diventano i protagonisti dell’evento. Il meglio della gastronomia per quattro giorni fatti di cultura e intrattenimento con il cibo come elemento centrale: un trionfo di vini, formaggi, salumi, tartufi, zafferano, pasta, cereali, confetture, miele, dolci, liquori e la liquirizia di Atri con degustazioni gratuite e possibilità di acquistare direttamente dai produttori. L’area grandi eventi, in piazza Duomo, dove ogni sera andranno in scena concerti, laboratori ed interessanti Cooking Show.

Ingresso libero

In occasione di Atri a Tavola, Venerdì 12 e sabato 13 AGOSTO 2022, accompagnati da guide esperte l’esclusiva visita guidata al Teatro Comunale di Atri  con la possibilità di salire sul graticcio (soffitta), a 12 m di altezza. La visita è gratuita ma per accedere è obbligatorio prenotarsi ed indossare scarpe comode. L’ingresso è stato diviso in 3 fasce orarie (19:45 – 20.45 – 21.45) con un massimo di 20 persone a turno. Il punto di ritrovo è presso l’entrata laterale del Teatro Comunale in Vico Zanni. Sarà onere dei partecipanti presentarsi al punto di ritrovo almeno 10 minuti prima dell’inizio della visita guidata al fine di consentire agli organizzatori di verificare la presenza dei prenotati e in caso contrario consentire la sostituzione degli stessi.

Prenotazioni

Pagina facebook dell’evento Atri a Tavola
Sito- web

S.O.
Sbriciolata cioccolato e mascarpone Previous post Sbriciolata cioccolato e mascarpone
Antonella Ruggiero Next post Antonella Ruggiero a Colonnella (TE)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: