Diffondere la cultura della prevenzione e la conoscenza delle buone pratiche di protezione civile. Accrescendo al contempo la consapevolezza dei rischi naturali presenti sul nostro territorio. Questi gli obiettivi di “Io non rischio”, la Campagna di comunicazione nazionale promossa dal Dipartimento Nazionale di PC. che torna sabato 15 e domenica 16 ottobre in Abruzzo.
Due giornate che vedranno l’impegno dei volontari abruzzesi al fianco delle Istituzioni. E ancora del mondo della ricerca scientifica, nei punti informativi “Io non rischio”, per sensibilizzare i cittadini sul sui rischi naturali.

“Io non rischio”: la protezione civile per sensibilizzare verso l’ambiente e i rischi che si corrono

Fondamentale il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi nelle piazze, fisiche e digitali dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sui rischi e sui comportamenti utili da adottare per proteggere se stessi e l’ambiente in cui si vive.
A livello nazionale “Io non rischio” si svolgerà in circa 600 Comuni e vedrà l’impegno di 8400 volontarie e volontari appartenenti a oltre 770 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.
Sul sito www.iononrischio.it è possibile consultare materiali informativi, reperire informazioni utili e aggiornamenti sugli appuntamenti in programma.

NB: in allegato si riporta la tabella contenente data, località e natura del rischio simulato.
GIZZI/PC/221012/elaborazione grafica Roberto Chiarizia.

Incetta di premi per il vino “Tègeo” Previous post Incetta di premi per il vino “Tègeo”
Abruzzo: protagonista Next post Abruzzo: protagonista al TTG di Rimini