Grande attesa per Lucrezia Lante della Rovere al Teatro “Talia” di Tagliacozzo
Appuntamento il 20 marzo alle 18:00 con L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello

 Lucrezia Lante della Rovere

Prosegue la stagione di prosa del Teatro Talia di Tagliacozzo: domenica 20 marzo alle 18:00 andrà in scena L’uomo dal fiore in bocca di Luigi Pirandello, con Lucrezia Lante della Rovere, adattamento e regia di Francesco Zecca, una produzione Argot Produzioni e Pierfrancesco Pisani per Infinito Teatro.

Lo spettacolo era precedentemente programmato per venerdi 11 marzo alle ore 21:00 ma a causa di esigenze organizzative è stato posticipato a domenica 20 marzo alle ore 18:00.

Scritto da Pirandello nei primissimi anni Venti sulla base della novella La morte addossoL’uomo dal fiore in bocca è un’acuta e profonda riflessione sul valore che la vita acquista dinanzi alla morte, sia questa prevista o inaspettata: protagonista della pièce è infatti un uomo malato terminale di tumore, che nel caffè della stazione incontra uno sconosciuto inconsapevole di quanto preziosa sia la vita, anche nei gesti più semplici e ordinari. Dall’incontro nasce un intenso dialogo-monologo sul senso dell’esistenza.

Lucrezia Lante della Rovere: in scena L’uomo dal fiore in bocca di Luigi Pirandello

Ai due fa da contraltare un terzo personaggio, un’ombra di donna che non entra in scena e non parla. È proprio quest’ultima presenza, in Pirandello appena percepibile, a prender corpo e azione nell’adattamento firmato e diretto da Francesco Zecca, che a tal proposito nelle note di regia spiega:

«La vita è ingorda, da assaporare non ti lascia che i ricordi, il cui gusto rimane tutta la vita e non c’è spazio per altro. Solo per l’immaginazione. A Lei, la Donna Vestita di Nero, la moglie dell’Uomo dal Fiore in Bocca, è l’unica cosa che è rimasta, “attaccarsi così, con l’immaginazione alla vita”. I suoi occhi così dentro e così attaccati a lui, da non volerlo far andare via. Non ancora» e prosegue «Noi abbiamo dato voce a quella donna muta e dolorante, quella Donna Vestita di Nero che Pirandello ci ha fatto intravedere solo dietro a quel cantone».

La vicenda dell’uomo dal fiore in bocca è calata in una scena buia e surreale, costellata solo dagli oggetti realizzati da Arti Plastiche di Riccardo Morucci e avvolta dalle musiche originali di Diego Buongiorno e dalle luci di Alberto Tizzone. L’aiuto regia della pièce è affidata a Rebecca Righetti.

******

I biglietti per L’uomo dal fiore in bocca sono in vendita presso Tagliacozzo Turismo – Info Point e sulla piattaforma online Oooh.events con le seguenti tariffe: Platea e palchi di I € 20 (ridotto € 18), Palchi di II ordine € 18 (ridotto € 15), III ordine € 15 (ridotto € 12). I ridotti sono accordati per over 65, under 18, dipendenti del Comune ed enti convenzionati per gruppi di almeno 10 abbonati, studenti universitari under 25. Il giorno dello spettacolo sarà possibile acquistare i biglietti sia online che presso il Botteghino del Teatro. Per informazioni contattare il numero 3493267243 oppure collegarsi ai canali social del teatro.

Info

Teatro Comunale di Sulmona “Maria Caniglia”

www.teatromariacaniglia.com

Fb/Ig/Tw @teatromariacaniglia

Mira Carpineta: "Semo vintuno" - Scritti D'Autore Previous post Mira Carpineta: “Semo vintuno” – Scritti D’Autore
Tradizioni: al via un nuovo progetto di valorizzazione della cultura popolare Next post Tradizioni: nuovo valorizzazione della cultura popolare