Noa

Noa chiude la 50ma edizione del Pescara Jazz

La voce raffinata di Noa chiude la cinquantesima edizione del Pescara Jazz

Il Pescara Jazz, festival organizzato e promosso dall’Ente Manifestazioni Pescaresi, con la direzione artistica di Angelo Valori, chiude la sua cinquantesima edizione con un tributo al trentesimo anniversario della carriera internazionale di Noa, interprete unica e artista straordinaria dallo stile elegante e raffinato.

Martedì 26 luglio, Noa sarà sul palco del Teatro d’Annunzio per presentare il “30th anniversary Tour”, un concerto unico in cui la musica, intrisa di suggestioni mediorientali, jazz, rock, in un incontro di stili che travalica le barriere culturali e religiose, rappresenta un veicolo per un dialogo che vuole andare oltre i confini dei generi musicali e linguistici, trasmettendo emozioni che arrivano al cuore.

Noa, artista straordinaria unica

La cantante israeliana, in coppia con lo storico chitarrista Gil Dor, ha segnato indubbiamente un suo personalissimo stile, che vede dialogare insieme tradizioni e culture, con uno sguardo intuitivo sempre rivolto a presente e futuro. Nel suo tour musicale, proporrà una selezione dei suoi maggior successi e sarà accompagnata dal trio composto dall’immancabile direttore musicale Gil Dor alla chitarra, Ruslan Sirota, al piano e da Omri Abramov, al sassofono e Ewi, per un concerto che si snoda inevitabilmente come un viaggio tra passato e presente, dagli ultimi albums “Letters to Bach” e ”Afterallogy” agli indimenticabili successi della sua carriera, a partire dal disco “Noa” prodotto da Pat Metheny nel 1994.

Cresciuta tra Yemen, Israele e Stati Uniti, Achinoam Nini – in arte Noa – è una cantautrice, poetessa, compositrice, percussionista, attivista.
Insieme al suo storico collaboratore musicale Gil Dor, cofondatore della Rimon School of Music, Noa ha pubblicato quindici album e si è esibita in contesti straordinari come la Carnegie Hall e la Casa Bianca, oltre ad aver cantato alla presenza degli ultimi tre papi. Cresciuta artisticamente sotto la guida di Pat Metheny e Quincy Jones, ha condiviso il palco con moltissimi altri straordinari artisti, tra cui Stevie Wonder, Andrea Bocelli e Sting. Oltre che per la sua prolifica attività musicale, Noa è nota anche per essere fondamentale sostenitrice culturale del dialogo e della convivenza in Israele.
Insieme a Gil Dor ha realizzato anche l’ultimo album dal titolo Afterallogy, un album intimo, per voce e chitarra, che mette insieme una selezione di jazz standard amati dai due artisti – oltre ad alcuni pezzi originali – interpretati ed arrangiati nella loro personalissima maniera, ricca di improvvisazioni su una sofisticata base armonica

Divino Vestino Previous post Divino Vestino – Penne (PE)
Bellissima malinconia: etichetta Ninety Records Next post Bellissima malinconia: etichetta Ninety Records
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: