Venerdì 2 dicembre 2022, il Quartetto Chaos, si esibirà a Pescara nell’ambito della stagione di concerti della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”. La formazione è composta da Susanne Schäffer e Eszter Kruchió al violino. Sara Marzadori alla viola e Bas Jongen al violoncello. Propone un programma di musiche di Mozart, Shaw e Schumann.

Quartetto Chaos: Il concerto si terrà al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 20 euro

Dopo aver vinto nel 2020 il concorso internazionale Rimbotti, il Quartetto Chaos si è imposto a livello internazionale. Affermandosi nell’arco di meno di un anno in tre dei più importanti concorsi per quartetto d’archi d’Europa: l’International Bartók World Competition (secondo premio). il Concorso Internazionale di Bordeaux (secondo Premio più premio speciale per la miglior performance del brano “Terra Memoria” di Kaija Saariaho) e vincendo infine il terzo premio e la Borsa di studio della Klinger Foundation al Concorso ARD di Monaco.

Susanne, Eszter, Sara e Bas, mossi da una forte passione per la musica camera, condividono l’idea che per fare musica sia sì fondamentale entrare in profondità nel linguaggio musicale per poi però lasciarsi abbracciare dall’imprevedibile. Da qui la scelta del nome dell’ensemble che si rifà ai diversi e complessi significati del concetto di Chaos in arte, scienza e filosofia.

***

Il Quartetto Chaos si è già esibito in prestigiose sale ed è stato invitato in rassegne prestigiose come il Davos Festival, il Ravenna Festival, il Lockenhaus, il Gent Festival van Vlaanderen, il Festival Academy Budapest e l’Heidelberger Streichquartettfest.

Formatosi alla Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna sotto la guida del Prof. Johannes Meissl, ha completato l’Ecmaster Program e attualmente si sta perfezionando alla Scuola di Musica di Fiesole con il Quartetto Casals.

I suoi musicisti hanno ricevuto importanti impulsi musicali anche da personalità quali Eberhard Feltz, Rainer Schmidt, Hatto Beyerle, András Keller e Oliver Wille. Il quartetto fa parte delle “Dimore del Quartetto” e recentemente è stato selezionato per il programma “New Austrian Sound of Music”. Bas Jongen suona un violoncello di Hendrick Jacobs (Amsterdam, 1696), gentilmente prestato dalla “Dutch Musical Instruments Foundation”.

Bansky, il più iconico street artist Previous post Bansky, il più iconico street artist
La Maschera di Celestino V Next post La Maschera di Celestino V – Orsini/De Nicola