I sapori di campagna, quelli che non dimentichiamo mai. I sapori di quando eravamo bambini che ci son rimasti dentro, come echi di un’armonia universale. Come quando in primavera si passeggiava nei viali e riuscivi a distinguere tutti i profumi del bosco: il rosmarino, i ginepri e gli abeti. Oppure come quando si correva a raccogliere le more e si aspettava il tramonto guardando le persone lavorare nei campi.

Mi ricordo, a quei tempi, che con la nonna facevamo il pane in casa e, nel frattempo, si preparava la minestra per la sera.  Raccontava spesso delle storie, per alleggerire il peso del tempo, io aspettavo che il focolare facesse il suo dovere e che il buon pane profumato cuocesse. Oggi, sarebbe bello condividere con voi la rivisitazione del pane di campagna fatto da me. Il pane di una volta che ci ricorda i bei tempi andati.

Sapori di Campagna: Ingredienti per il pane

Foto di Stefania Di Francescantonio. tre versioni, da sinistra: semi-integrale / integrale / alla birra

Per la madre

250 grammi di farina

15 grammi di lievito

300 ml di acqua

Per l’impasto

325 g di farina

50 g di farina di segale

15 grammi di sale

5 grammi di lievito

175 ml d’acqua

Come si fa:

Preparare la madre sciogliendo in una terrina il lievito nell’acqua tiepida; unire la farina, mescolare. Poi in seguito coprire il contenitore con un panno apposito. Lasciar fermentare a temperatura ambiente per almeno due giorni, mescolando due volte al giorno: si formeranno delle bolle e avrà un gradevole odore, leggermente aspro.

Preparare quindi l’impasto mescolando le due farine con il segale e disponendoli a fontana. Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e rovesciarlo al centro con 250 ml di lievito madre. Reintegrare il lievito madre e conservarlo per la volta successiva. Incorporare la farina un po’ per volta, partendo dai bordi, e impastare fino a ottenere un composto liscio ed elastico. Poi metterlo in un recipiente, coprirlo con un panno e far lievitare per 2 ore.

Con le mani sfiammare l’impasto e lasciarlo riposare per 10 minuti. Dare alla pasta una forma rotonda, metterla sulla placca del forno infarinata, coprirla con un telo e farla lievitare per circa 2 ore; deve raddoppiare di volume. Infarinare la superficie del pane e poi incidere con dei tagli trasversali. (O a vostro piacere). Cuocere in forno caldo a 220° per un’ora, finché diventa scuro.

Corsa e Camminata Previous post Corsa e Camminata della Speranza
Fiorella Mannoia: Avezzano Next post Fiorella Mannoia: Avezzano – Concerto di Natale